Come abbronzarsi senza danneggiare il corpo.

Pubblicato: maggio 26, 2010 in Fitness & Wellness
Tag:

Quando l’esposizione al sole è esagerata, i raggi UVB disidratano lo strato superficiale della pelle rendendola avvizzita e secca. I raggi UVA, invece, alterano in profondità le fibre elastiche e di collagene che costituiscono l’impalcatura del derma, accelerando il decadimento della pelle per compromissione del tono e dell’elasticità cutanea. Per evitare in rischi eccessivi è sufficiente seguire una serie di accorgimenti guidati da due regole chiave. La prima è niente fretta: quindi esporsi in modo graduale nei primi giorni di vacanza al mare è opportuno abituare progressivamente la pelle al sole. L’abbronzatura superficiale dei primi giorni è dovuta alla riserva di melanina già disponibile ed è destinata a sparire rapidamente e solo dopo circa una settimana comincia a formarsi un’abbronzatura duratura.. La seconda, invece, riguarda la protezione: scegliere una crema solare adeguata ed evitare di abbronzarsi in certe ore. Cerchiamo di evitare le ore più calde, tra le 11 e le 15. Spalmiamo la crema sempre almeno 15 minuti prima di esporsi al sole e rinnoviamo la crema solare ogni due ore. Gli integratori alimentari possono rinforzare i meccanismi di difesa cellulare dal sole. E infine il doposole: dopo l’esposizione la pelle deve essere idratata perché si mantenga elastica.

Buona abbronzatura…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...