Che cosa pretendere dal proprio personal trainer

Pubblicato: agosto 20, 2010 in Allenamento, Body Building, Fitness & Wellness
Tag:, ,

Tratto da la Stampa.it

Allenamento fisico personalizzato. Continuiamo a dare la voce all’esperto Raul Ribarich.
«L’attività fisica moderata e regolare aumenta la longevità media contrastando lo sviluppo delle malattie croniche. Ma, con o senza personal trainer, ricordiamoci che invecchiare in forma fisica vuol dire invecchiare meglio, vuol dire contrastare il fisiologico decadimento del nostro corpo e prevenire una serie infinita di patologie della terza età. La forma fisica, insomma, non migliora solamente la parte esteriore ma consolida e mantiene in salute le funzioni principali.
Per quanto riguarda il fisiologico invecchiamento umano, è ormai consolidato il concetto relativo al deterioramento strutturale e funzionale che avviene con il passare degli anni. Un processo che inevitabilmente, in tempi diversi a seconda dei soggetti e del loro diverso stato di salute, compromette la normale vita quotidiana fino alla perdita di quella minima autonomia che ostacola la qualità della vita e l’invecchiare bene.
Molti i cambiamenti relativi alle funzioni fisiologiche e alla composizione corporea. Tra questi:
Deficit di forza e potenza muscolare.
Deficit dell’equilibrio e della mobilità generale.
Aumenti dei tempi di reazione.
Riduzione delle capacità cardiache anche in relazione ad un aumentata pressione sistolica.
Diminuzione dell’assorbimento massimo di ossigeno.
Difficoltà a mantenere una giusta andatura.
Compressione dei dischi intervertebrali.
Variazione della composizione corporea con perdita muscolare in quantità e qualità.
Aumento del grasso soprattutto nella regione viscerale.
Diminuzione della densità ossea.
L’età sostanzialmente gioca un ruolo molto importante nello sviluppo delle malattie degenerative. L’attività fisica non potrà chiaramente arrestare il processo di invecchiamento, ma senza dubbio contenere le percentuali di rischio-mortalità dovute allo stesso.
Una buona alternanza tra attività aerobica, stretching e rafforzamento/mantenimento muscolare può portare a ottimi miglioramenti soprattutto con l’avanzare dell’età.
A questo punto l’entrata in gioco di un personal fitness sport trainer, possibile scelta di un adulto over 40, è mediamente giustificata dalle aspettative di mantenimento/miglioramento della propria efficienza fisica.
In particolare un personal trainer deve:
Creare un rapporto molto stretto con il cliente per seguirlo passo dopo passo nelle diverse fasi dell’allenamento (soprattutto quelle iniziali, quando si è a digiuno di attività motoria).
Considerare l’individualità del cliente e stabilire insieme gli obiettivi.
Eseguire misurazioni antropometriche e valutazioni dell’anamnesi medica del soggetto sullo stato di salute e valutazioni funzionali.
Ottimizzare l’esecuzione degli esercizi e il tempo a disposizione.
Andare incontro alle esigenze di tempo del cliente.
Verificare periodicamente l’avanzamento dei risultati.
Eludere le distrazioni durante l’attività.
Correggere costantemente il soggetto nell’esecuzione del gesto.
Controllare i carichi di lavoro e modificarli.
Dare consigli nutrizionali in relazione all’attività fisica programmata (nel caso di persone esenti da patologie mediche) senza sconfinare in campi altrui, diete di dimagrimento).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...